martedì 12 febbraio 2013

FARROTO alla zucca

I love farro! 
E non è nessuna dichiarazione mielosa di san Valentino. Non ci credo molto a questo tipo di feste.
E' soltanto che adoro il farro e a differenza del riso non mi fa gonfiare tanto la pancia. All'inizio il cozzaro arruffava un po' il naso quando a tavola si trovava il risotto, ma poi finiva per fare il bis. 
Un giorno si è trovato nel piatto un bel farroto e di nuovo ha arruffato il naso, ma è bastato una forchettata per capire, dal suo sguardo, che il farro sarebbe stato un inquilino perenne tra i baratoli di casa mia, perché è stupendo, e si presta a cucinarlo in tanti modi. E Io lo amo...



Ingredienti per due:
200 gr. di farro (perlato)
175 gr. di zucca (già pulita)
tre dita di porro
1 bicchierino di vino bianco (io avevo dello spumante da finire)
brodo vegetale q.b.
sale olió estra vergine
1 patata dolce americana
emental e parmigiano a piacere

Lavare per bene il farro e metterlo a scollare. Lavare il pezzettino di porro, trittarlo e farlo sofriggere in una pentola con dell'olio e quando è morbido versarci la zucca, pulita e tagliata a dadini grandi un centimetro. Farla rosolare e poi versare il farro. Procedere come se si trattasi di un risotto, soltanto che il tempo di cottura è un filino più lungo, ma soltanto di qualche minuto. Per tanto far tostare e insaporire con il soffritto e irrogare il vino/spumante, lasciarlo sfumare e coprire con il brodo volente. Aggiungere del brodo a misura che questo diminuisce, regolandoci, appunto come con i risotti. Quando è cotto scioglierci una noce di burro e amalgamare, se vi piace aggiungere anche del parmigiano reggiano grattugiato.
Mentre il farroto cuoceva, ho fatto dei rosti di patata dolce americana. Le ho sbucciate e grattugiate, e fritte in padella con un filo d'olio, per poi impiatare mettendoli come base al piatto. Mi sono servita di un ring a forma di cuore (nuovo acquisto) per dare una forma al farro, e al essere ancora caldo fumante, ho adagiato sopra un pezzo di emmental che si è sciolto a vista d'occhio... 



nota:
Il farro e uno dei cereali più antichi, insieme al kamut, e in più è il cereale meno calorico in assoluto. Ciò non toglie che sia carico di fibre, proteine e vitamine, e per di più è un grande alleato dell'intestino, ecco la prima ragione che mi ha convinto ad assaggiarlo per la prima volta!

Io ho usato quello (perlato) che è stato trattato e privato dagli strati sterni, a differenza di quello (decorticato). Per questo è più veloce da cuocer e non necessita dell'ammollo. Ma mi sono promessa che proverò anche quello integrale.

Quando faccio i risotti non li accostumo a girare spesso, ma con il farro è un po' diverso perché è più corposo, i chicchi sono più compatti, e mi sono resa conto che lo giro un po' di più. Di solito ci vogliono dai 25 ai 30 minuti, ma ho visto che il tempi di cottura possono variare a secondo della marca e delle indicazioni della confezioni.

In quanto alla zucca, io la compro quasi sempre intera o metà, la pulisco e faccio a pezzettini o fette, a secondo quel che mi serva, e il resto lo surgelo (per i tempi bui...).
Mi hanno detto, che per "sbucciare" più facilmente la zucca, questa va tagliata in 4 o più pezzi e si fa cuocere per qualche minuto in microonde o in forno. Suppongo che in questo modo la buccia si ammorbidisce ed è più facile da levarla, ma io non l'ho mai provato.

12 commenti:

  1. Sembra buonissimo!!
    Adoro il farro e la zucca (e mi piace dove specifichi di prenderla gia' pulita: una volta sono partita dalla zucca intera, mi sono spaccata le mani e ci ho impiegato circa 50 minuti ahahha).
    La provo di sicuro!
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Allora se ne sei amante anche tu te lo consiglio d'avvero questo farroto!
      La zucca comunque la pulisco sempre io, mi piace prenderle intere, tagliarle e farle a porzioni che poi anche surgelo!
      Ho specificato già pulita più che altro per il peso. Ma come dici tu la trovi in diverso posti già pronta e senza guscio.
      Una volta mi hanno detto che per "sbucciarle" più facilmente, si passavano in microonde o in forno per qualche minuto, aperte in 4 fette. Suppongo che in questo modo la buccia si ammorbidisce, ma io non l'ho mai provato.

      besos

      Elimina
    2. ...mmm...sai cosa faccio? Torno sul post a specificare questa cosa...
      Grazie!

      Elimina
    3. Diciamo che io l'ho presa sportiva.. e poi avevo usato una buttersquash, forse cambia qualcosa. Dicono anche che contenga qualcosa che fa bruciare le mani, tipo ammoniaca... ma forse sto vaneggiando!

      Elimina
  2. anche io amo tantissimo il farro e il farrotto lo faccio spessissimo.
    Il cozzaro con una come te in cucina come fa a storcere il naso?
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda, il cozzaro mi ha sempre giurato che i risotti non li piacevano, chissà il perche?
      Ma da me regge la legge: o ti mangi questa minestra o...
      e dopo la prima volta basta, adesso gli adora!

      Con il farroto poi, è stato ancora più forte il piacere!!!


      besos

      Elimina
  3. Che meraviglia questa presentazione! Complimenti!

    RispondiElimina
  4. Presentato benissimo, è il tuo piatto è anche tanto buono. Complimenti.

    RispondiElimina
  5. Chissà perché anche mio marito quando si ritrova nel piatto riso, farro o orzo non sembra contento. Però alla fine li mangia srmpre molto volentieri. Questa tua idea mi sembra molto bella oltre che invitante!

    RispondiElimina
  6. E io amo te che ce lo presenti in modo così attraente e gustoso ;-)

    Buon week end

    RispondiElimina
  7. A noi il farro piace tantissimo, tu pensa che anche la piccola Alice Ginevra lo mangia volentieri nelle zuppe. Voglio provare a cucinarlo insieme alla zucca, ne ho da parte nel congelatore.
    Un bacione da Sabrina&Luca

    RispondiElimina