sabato 8 giugno 2013

Ceci NERI con mazzancolle e porri caramelati

Questa era programmata da postare tanto tempo fa, ma poi di mezzo ci sono state mille cose...
I ceci neri li ho scoperti da grande, non più di 5 anni fa e sempre per casualità, curiosando negli scafali, reparto cereali, di qualche negozio di quelli bio....
Buoni sono buoni, rimangono interi e non si spappolano facilmente. Hanno un sapore quasi di tostato, che associo al riso venere, ma non vorrei fosse per il loro colore!
Comunque li ho fatti diverse volte e quasi sempre aggiunti nella pasta o saltati in padella. Di solito li faccio quando c'è la bella stagione e anche questo non so perché, mi sanno più di state (l'inverno è già abbastanza nero qua al nord...) ma devo provare a farli d'inverno, magari a forma di passato o crema, e perché no minestrone o altro.., 
Questa con le mazzancolle l'ho fatta più volte, la prima lo dissi qui, e poi me ne dimenticai di postarla, e così è andato le altre volte che l'ho fatta. 
Questi ceci "calimero" a casa ci entrano qualche volta, quando li trovo. Fati in questo modo mi risultano facili da preparare e sono molto di effetto, non che saporiti per il contrasto dolce/salato. Soltanto un avvertimento, io li lascio altro che una notte in ammollo....! Ma ben si, una notte e un giorno! E cambiando spesso l'acqua, in questo modo non costano tanto da cuocere. Di fatti, quando ho intenzione di farli, faccio la busta intera, e quelli che avanzano le surgelo, come faccio con i ceci normali. 



Ceci NERI con mazzancolle e porri caramelati





Ingredienti per 2:
300 gr. di ceci neri (previamente lessati)
18 mazzancolle
1/2 porro
1 cucchiaino di zucchero moscobado
1 spruzzo di brandy
olio extra vergine
sale e prezzemolo
2 o 3 cucchiai d'acqua (calda)

Pulire le mazzancolle, togliendo le teste e la corazza e lasciando soltanto la punta della coda, ma anche senza questa se volete, io lo fatto per praticità.
Mentre mettere il porro, lavato e fatto a rondelle, a cuocere in una padella capiente con abbondante olio. Quando è morbido versare lo zucchero e un paio di cucchiai d'acqua. Poi aggiungere le mazzacolle e salare. Ancora qualche minuto e spruzzare con un filo di brandy, fare evaporare e aggiungerci i ceci per amalgamare i sapori. prima di spegnere il fuoco ondine con qualche foglia di prezzemolo tritato grossolanamente.



Note:

Servire caldo o tiepido, freddo i sapori non hanno lo stesso effetto.
Ma devo provare anche come insalata fredda, magari condita con una vinagrette alla curcuma...

Come sapete a casa Esteve Bellocchio non butta niente e con il carapace e le teste delle mazzancolle ci ricavo una bische, tale e come ho imparato qui!

7 commenti:

  1. bellissimo piatto cara Mai, è proprio nelle mie corde, nel mio stile :) i ceci neri LI HO!! e pensa un po', è la prima volta che li trovo in commercio. Il pacchetto è ancora chiuso in attesa di un'ispirazione.. questa mi pare molto interessante. Anch'io mi trovo ad associarli al venere, ma forse proprio per il colore. Che intriganti :))
    Un bacio a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia! Mi casa es tu casaaaaaa! Ma mi dici quall'è il segreto per riuscire a fare mille cose, come fai te? Io da un periodo a questa parte non riesco neanche a stare sveglia come i vecchi tempi... grazie di essere passata un abrazo muy grande!!!

      Elimina
  2. Molto particolare e chic!! Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana! E vero, ma chi sà perchè, il nero è sempre chic.

      Baci

      Elimina
  3. Ottima ricetta...da copiare, i ceci neri in casa ce li ho ;-) Grazie per l'idea.
    A presto

    RispondiElimina
  4. Sai che non li conoscevo e non li avevo mai mangiati? Mi ispira un sacco l'accostamento con le mazzancolle. Dovrò provare.

    Fabio

    RispondiElimina
  5. Eccola qui!! Adesso non riesco a fare a meno di pensare al tuo telefonino primitivo che ieri mi ha fatto tanto ridere! :-D
    Ho a casa dei ceci neri da finire, provo con la tua proposta che sarà sicuramente buonissima!
    Davvero felice di averti conosciuta.
    Un abbraccio

    RispondiElimina