domenica 25 settembre 2016

GNOCOZZE in guazzetto di mare per l'MTC



Tre cose...

...servono soltanto tre cose, per fare dei buon gnocchi:
la prima è avere le mani ignifughe, ed su quello ci siamo
la seconda scegliere le patate giuste, e questo non è facile
la terza e la più importante, seguire la ricetta di Annarita di il bosco di alici!

Con queste tre cose, avete nelle vostre mani (ignifughe) la formula perfetta per dei gnocchi stratosferici!
Poi però, stà a voi condirli. Ma condirli per bene, con il vostro sugo preferito, o crema o quelche'lè.
Quando Annarita ha comunicato quale sarebbe stata la ricetta per la sfida di questo mese del MTC, riconosco che il mio cuore si è riempito di gioia, perché questi piccoli "truzzoleti" d'impasto di patata, sono stati una scoperta altro che gradita, quando li ho fatto assaggiare ai miei. Perché questi "ñoqui" (pronuncia iberica) non si sapeva cosa erano, vi parlo di molti, molti anni fa. 
La verità e che non sono stata mai tanto capace a farli magari sono usciti dalla mia cucina due o tre volte, ma perché non trovavo una ricetta che mi sembrasse giusta. Adesso però, ho quella perfetta, quel impasto setoso e sanabile con la consistenza giusta, e tutto grazie a quella meraviglia di donna di il bosco di alice, e alla santa Vant pel trasferita oltre oceano (ma che non perciò le scappa nulla… lo sapiamo, è ovunque!).
Per dire, era anche con me in pronto soccorso… al cell. quando sono stata ricoverata per delle coliche renali, e tra colica e colica sognavo ai diversi gnocchi che potrei aver fatto, e non vi dico la sofferenza nel sapere che avrei dovuto mangiare in bianco, e che "in bianco" non vuol dire condire con pana, formaggio crema di cocco, besciamella… no.. in bianco lo sappiamo cosa significa…
Ma proprio in quei giorni di bianco ho avuto la visione… in NERO!
NERO come il guscio delle cozze!
Nero come il costume del cozzaro, quello che vorrebbe mettere ogni anno a carnevale e che io mi rifiuto di farli!
Questi Gnocchi li dedico a lui, perché mi è stato vicino ad ogni colica stringendoli la mano (quasi fratturandogliela) e urlando:
-E tuttoooooo colpaaaaa tuaaaaaaHHH!!!!
Non hai volutooooo prendermi quel impianto per depurere l'acquaaaaaa!!!

Così, subito quando sono stata meglio, apena arrivata la domenica sono andata al mercato, con Cozzaman al volante a prendere delle cozze, care come l'oro, ma ottime per d'avvero. E grazie alle mani tarantine dei miei suoceri e di mio marito me le sono fatte pulire tutte, con la promessa che a parte di farli assaggiare i gnocchi avremo fatto la pasta alla tarantina, (quello che volevo era farmi pulire le cozze, odio questo passaggio, altrimenti mica lo sposavo il cozzaro).


GNOCOZZE
Gnocchi ripieni di cozze, in guazzetto di mare
(perché il periodo in bianco è finito!)






Ingredienti per 26 pezzi

600 g di patate gialle 
130 di farina
8 g di nero di seppia*
1 uovo
sale

per il ripieno:
26 cozze
1 pomodoro da sugo
100 ml di brodetto di mare

per il condimento
4 sepioline 
2 polipetti
1 calamaro
3 tranci di merluzzo (300 più o meno)
mazzancole
1 carotta
1/2 cipolla
3 spicchi d'aglio
3 pomodori da sugo
400 ml d'acqua
sale e olio evo qb

Iniziate con il brodetto. In una pentola soffriggete con dell'olio la carota e la cipolla, tritati molto fini, quassi ridotti a poltiglia, tranne gli spicchi d'aglio, (io li lascio leggermente schiacciati). Quando il soffritto è cotto e diventa morbido, togliere l'aglio e aggiungere il pomodoro privo di pelle e fatto a dadini. Cuocete per 5 minuti, versate il brandi e fate evaporare, dopo aggiungeteci il pesce tagliato a pezzi, prima seppie e calamaretti. Quando questi sono cotti aggiungete il resto del pesce, le mazzancole e il merluzzo pulito di pelle e spine. Versate l'acqua e cuocete scoperto per qualche minuto poi coprite e cuocete per altri 10 minuti e finche il pesce sia ben morbido, controllando di sale.

Per il ripieno, prelevate 3 cucchiai del brodetto, aggiungete un filo d'olio e fateci andare il pomodoro tagliato a dadini grossolani e senza buccia. Quando il pomodoro è quasi sciolto aggiungete le cozze sgusciate, salate e lasciate insaporire il tutto per un paio di minuti,  le cozze cuociono in fretta. Togliere dal fuoco e fate raffreddare. Prelevate le cozze, tagliatele grossolanamente e conditele con qualche cucchiaio del loro sugo.






Adesso tocca il turno alle patate e vi consiglio di andare qui, vi assicuro che dopo, il mondo dei tuberi e le sue diverse cotture, non sarà mai più lo stesso!!!
Scegliere delle patate di simile dimensione, lavare, punzecchiarle con un coltello e adagiarle in una pirofila da microonde e cuocerle per 11/13 minuti a massima potenza, (premesso che ogni microonde avrà le sue caratteristiche, a voi l'esperimento**).
Una volta cotte e fuori e del microonde dovette sbucciarle, quando sono ancora calde, vi sonaglio di munirvi di coraggio o di guanti, io non riesco a sentire tanto la differenza tra caldo e freddo perciò sono avvantaggiata!
Schiaciate le patate, aggiungete la farina, il nero di seppia, l'uovo leggermente svaluto e salate. Impastate fino ad ottenere un impasto ideale da lavorare i gnocchi, è inconfondibile, lo saprete perché altrimenti non riuscirete a farli, ma se seguite le dose giuste e scegliete le patate adatte è fatta!
Prendette dei pezzettini d'impasto di 30 g (i primi li ho pesati poi ho presso l'occhio...) fatte una pallina e poi schiacciatela sul palmo della mano, tenendolo concavo per poterlo riempire con il preparato di cozze, ne basterà un cucchiaino. Chiudete il gnocco dandoli forma di cozza ed è fata, pronto per essere gettato in una pentola di acqua bollente salata.
Quando affiora in superficie è il segnale che è pronto, prelevate e adagiatelo nel piatto versandoci sopra del brodetto di mare bello caldo.





note
* questa volta ho usato quello delle bustine, ma di solito mi faccio preparare quello delle seppie che compero. 

** questa cosa del microonde mi sembra la stessa cosa che sucede col mio forno, ha una vita propria, sopratutto se teniamo in conto che mi è stato regalato da una vicina, che lo teneva in cantina da quando si era sposata almeno 35 anni fa, e non era stato mai usato! Immaginate che microonde facevano allora? ecco a punto...

...visto che questo mese, nella blogosfera, si naviga tra un mare di gnocchi 
grazie alla 59 sfida dell'MTC ,
ci partecipo con le Gnocozze, ringraziando ad Annarita e Alessandra!!!






66 commenti:

  1. Vedendo la foto quegli gnocchi mi sembravano proprio cozze!! E cercavo invece di trovare gli gnocchi... poi ho finito di leggere e di vedere l'altra foto. Quindi la scoperta!!
    Genio puro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arianna, Vitto, allora dite che ci sono riuscita nell'intento di depistaggio?
      Mi fate mooooolto felice!
      besitos

      Elimina
  2. E' stato amore a prima vista. E secondo me, dovresti vincere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina!
      Anche per il cozzaro è stato amore a prima vista, le ha divorato!

      Elimina
    2. idem per tutto.
      vittoria compresa :)

      Elimina
  3. Sei geniale... Sembrano davvero delle cozze! ^_^
    Chissà che buoni... e chissà che la vittoria... ma non dico niente!!! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. heheeheheee! Grazie, l'intento era quello di depistare, e se l'ho ottenuto non posso chiedere di più!

      besos

      Elimina
  4. Non so se ridere o piangere quando leggo i tuoi post: ridere perché tu sei una forza della natura ed hai un senso dell'umorismo che ti rende la meravigliosa donna che sei; piangere perché mi emoziono senza limiti di fronte al puro, modesto e inconsapevole genio. Perché tu purtroppo non lo sai di essere un genio ma noi lo faremo sapere al mondo, così te ne accorgerai pure tu.
    Questo piatto è UN VERO DELIRIO.
    Non dico nient'altro perché sbrodolerei parole inconsulte.
    Tiadoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patrizia! Grazie delle tue parole, credo di avermi arrossito e gonfiato tanto che neanche il tuo pollo ripieno... , ho fato fatica a passare dalla porta! :*
      Tu non sai però, quanto mi fa piacere sapere che qualcuno capisce quel pò d'ironia che c'e nella vita di tutti i giorni. Non sono un genio manche da lontano, e soltanto che provo di mettere in prattica quello che sogno!!!

      besazos

      Elimina
  5. hahahaha spettacolo!! troppo belli e che gusto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina (la mia sirenaMTC) ma mi fai un grande piacere con questo comento!
      un grande abrazzo!

      Elimina
  6. Tu sei un genio! Sembrano proprio cozze 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Non sai quanto mi diverte essere riuscita nell'intento di depistarvi!!!

      baci

      Elimina
  7. Difficile scrivere qualcosa di diverso rispetto a quanto fatto dalle ragazza qui sopra, sei geniale e non per niente "quel genio della Mai" è l'esclamazione che ti segue o ti precede.
    Mi tufferei nel guazzetto, si può?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiaaaaaaraaaa.... quando vuoi!
      Perche guarda che li ripetto anche a occhi chiusi (ecco magari a occhi chiusi la forna di cozza sparisce...) ma di sicuro, da adesso in poi i gnocchi non saranno più un tabù!

      Besitos bella mamina!

      Elimina
  8. Ho dovuto riguardare le foto per rendermi conto che erano gnocchi!!!
    Ha ragione Patrizia sei un genio!!!!
    Complimenti devo provarli perchè sono fantastici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Lisa come dicevo più su, mi state dando tantissima sodisfazione con il fatto che cercavate i gnochi "sotto le cozze"...
      Grazie d'avvero!

      Elimina
  9. ahahhh, mi avevi quasi fregata...a prima occhiata sembravano cozze...invece taaac, sopresa dello gnocco...chissà buono! Peccato che sia virtuale gli avrei assaggiati volentieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabry! Tranquilla perche anche dal vivo «qualcuno» ha subito pensato che erano cozze e non gnocchi!

      besos

      Elimina
  10. Solo tu potevi inventarti gli gnocchi a formadi cozza, solo tu !! Sei un genio e questo piatto è da urlo...Chapeau cara mia Mai, ti sei guadagnata la doppia razione di besciamella :)
    baciiii

    RispondiElimina
    Risposte


    1. Meril grazieeeee!
      Lo sai che per la terza proposta di gnocchi ci raresti stata te con i tuoi limoni in conserva?!! Non ho fatto in tempo ma mi è rimasta troppo in testa che prima o poi dla propongo.

      Besazos!!!
      sulla besciamella, beh… ti prendo in parola ovviamente!!!


      Elimina
  11. Mai sei un genio e scrivi benissimo. Per mechai vinto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vito ma vuoi farmi impazzire???
      Non scherzare ne sul fatto che scrivo bene ne sul fatto dell’altra cosa… innominabile!

      ma un beso enorme te lo mando fino a Mart!!!

      Elimina
  12. Mai sei un genio e scrivi benissimo. Per mechai vinto!

    RispondiElimina
  13. Non ho parole, davanti a questa genialiata degli gnocchi a forma di cozze , del loro ripieno e del sughetto invitante e profumato non so cosa dire. Mai hai fatto un capolavoro, di quelli che vorresti trovare al ristorante e ordinare subito saltando gli antipasti, finirci un chilo di pane facendo la scarpetta. Sono gnocchi divertenti e giocosi e allo stesso tempo buoni da morire. Sposare un cozzaro non è stata una cattiva idea. Besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola la donna del bosco di alici!!!!
      Grazie di questo comento, che aprezzo tantissimo! Sopratutto sapere che ci faresti la scarpeta con quel sughetto, perche noi l’abbiamo fatto! Con noi mi riferisco ai pulitori di cozze…!!!

      besos e ancora grazie di questa sfida!!!!

      Grazie 1000 Ambra!!!

      Elimina
  14. Risposte
    1. il GRazie100 di sopra erano per te che li hai trovato strepitosi e lo aprezzo tanto!!!

      besos!

      Elimina
  15. Per me sono fantastici, fantastica l'idea, fantastica la realizzazione e fantastico il contenuto. Un genio sei ecco!!! Hai ragione la Patty, facciamolo scoprire al mondo intero, oppure ti teniamo per noi perché sei la numero uno! Mi sembra di sentire il profumo del sughetto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria! Aprezzo molto che ti piacia!
      Adesso facciamo così, vai dalla Patty e dili che a me, va benissimo stare qua così, nella mia cucinina, e cuccinare per voi!

      un beso grandote

      Elimina
  16. Semplicemente strepitosi! Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wowww! Grazie1000 Silvana!!!

      un abbraccio

      Elimina
  17. Enhorabuena! Ahora no seas mala y nos pongas deberes difíciles...

    RispondiElimina
  18. Non ero ancora arrivata qui, ma arrivo a farti i complimenti. Bravissimaaaaa :D E adesso sii clemente con noi :D

    RispondiElimina
  19. Complimentiiiiii!!! Una gran ricetta con una presentazione ancor più grandiosa. Bellissimi!!! NOn ero ancora arrivata da te e quindi non avevo ancora visto la tua creazione,ma se l'avessi vista prima sarei stata sicura di questa tua vittoria!!! Bravissima!!
    Un abbraccio
    Vera

    RispondiElimina
  20. è il caso di dire che la patata bollente passa a te! rido:DDDD

    RispondiElimina
  21. Mannaggia mi ha cancellato il commento �� Dicevo che avevo visto la foto delle gnoccozze ma non avevo capito il trucco �� Assolutamente geniale Mai, ti sei superata! Finalmente una ricetta divertente, fresca ed originale ..proprio come te! Aggiungo anche altrettanto convincente, pensata e studiata ma sempre con quella tua leggerezza che fa diventare facili anche le cose difficili! Te adoro querida ����

    RispondiElimina
  22. Bella idea , bella ricetta , bella esecuzione !
    Brava !

    RispondiElimina
  23. Grande, grande, grande! Non ti avevo ancora letto, e ora scopro che hai vinto... Non poteva che essere così.
    Mi piace da morire la tua auto ironia e mi sembra di conoscerti da sempre.

    RispondiElimina
  24. Felicissima per la tua vittoria! sicuramente proporrai qualcosa che ci farà divertire tutti. Aspetto con ansia.

    RispondiElimina
  25. Grande, grande, grande! Non ti avevo ancora letto, e ora scopro che hai vinto... Non poteva che essere così.
    Mi piace da morire la tua auto ironia e mi sembra di conoscerti da sempre.

    RispondiElimina
  26. Con la fideua' fu amore a prima vista, con te anche...non potevo essere più felice

    RispondiElimina
  27. Mai, sei un mito.
    Troppo brava!!

    RispondiElimina
  28. Scusa ma, a scoppio ritardato mi sorge una domanda:
    "E del Cozzaro che mangia le Gnoccozze...? Non ci racconti nulla?!"

    RispondiElimina
  29. Arrivo tardi perché solo ora commento. ..Ma veramente sono felice che sia stato premiato il tuo genio di inventiva e fantasia. Sei un'assoluta rarità e come ogni cosa rara sei preziosa. Si impara sempre da te e questo mese che arriva ancora di più! Aspetto con ansia la tua proposta! Baci cara !

    RispondiElimina
  30. Arrivo tardi perché solo ora commento. ..Ma veramente sono felice che sia stato premiato il tuo genio di inventiva e fantasia. Sei un'assoluta rarità e come ogni cosa rara sei preziosa. Si impara sempre da te e questo mese che arriva ancora di più! Aspetto con ansia la tua proposta! Baci cara !

    RispondiElimina
  31. Grande ricetta fatta con cose semplici.
    Bellissima e meritatissima vittoria.

    RispondiElimina
  32. Grande ricetta fatta con cose semplici.
    Bellissima e meritatissima vittoria.

    RispondiElimina
  33. Grande ricetta fatta con cose semplici.
    Bellissima e meritatissima vittoria.

    RispondiElimina
  34. Felicissima della tua vittoria Mai!!!!!!!! Sei nell'animaaaaaaa!!!! E lì ti lascio per sempreeeee!!!!

    RispondiElimina
  35. Ho ammirato le tue pizze dell'OLIMPIZZA, non mi stupisco di questo piatto particolarissimo, solo tu potevi concepirlo!
    Sei proprio brava brava! Vittoria meritatissima!

    RispondiElimina
  36. Una ricetta che mi aveva catturato già dalla foto e ti sei meritata la vittoria veramente alla grande
    Bravissima e chissà cosa ci proporrai dopo la fideua', non resta che aspettare ma sarà sicuramente una meraviglia
    Ciao Manu

    RispondiElimina
  37. Devo farmi vedere perché ultimamente i miei poteri di strega stanno aumentando a vista d'occhio. E questa mutazione mi preoccupa!
    Sono felice tesoro. Te lo meriti con tutto il cuore. Il mondo deve assolutamente scoprire il tuo genio! Baci.

    RispondiElimina
  38. Mai, complimenti per i tuoi gnoccozzi, sono stati un vero colpo di genio (anche se sotto colica). Bravissima!!! Un bascione forte forte!!

    RispondiElimina
  39. Mamma mia che buoni e che belli a vedere un piatto originalissimo. Il mio lui non sopporta le cose nere o viola quindi patatem, carote, nero di seppia, riso nero me lo devo fare solo per me ma questa volta o mangia o digiuna li devo provare. Grazie veramente e buona domenica. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  40. Grandissima Mai! Sono strafelice che abbia vinto tu con questa ricetta che ti rispecchia in tutto e per tutto! E leggerti mi fa sempre ridere e sorridere tanto ;-)
    Un bacio grandissimo!

    RispondiElimina
  41. Complimenti!!!! Una ricetta golosa e un testo davvero divertente. Bravissima :-) :-) :-)

    RispondiElimina
  42. Complimenti!!!! Una ricetta golosa e un testo davvero divertente. Bravissima :-) :-) :-)

    RispondiElimina
  43. Complimenti per la vittoria.
    Ora rimaniamo in attesa del nuovo challange.
    Buona giornata,
    Silvia.

    RispondiElimina
  44. Anche se non ci conosciamo, non è la prima volta che passo a trovarti, ma è la prima volta che posso finalmente farti gli AUGURI per una vittoria spudoratamente meritata, ed era anche ora che tu vincessi!!!
    Ora sii buona con noialtri che fatichiamo a stare al vostro passo ;-)

    RispondiElimina
  45. Meritatissima vittoria!!! La ricetta è bellissima!!! Complimenti!!!

    RispondiElimina
  46. Mai, da vera donna phava arrivo in ritardo (non son manco riuscita a commentare una ricetta questo mese fai te...) ma volevo complimentarmi per la tua vittoria perché questi gnoccozzi sono da urlo, e il tutto terribilmente geniale. Grazie per la tua sfida, un po' te possino ma grazie grazie grazie!
    Baci
    Lou

    RispondiElimina
  47. Mai, tesoro, trovo solo ora il tempo di guardare la ricetta con cui hai vinto la sfida.
    E' una figata pazzesca, da imitare sicuramente!!!

    RispondiElimina