venerdì 26 aprile 2019

QUICHE di salmone e asparragi per il Club del 27

A Milano ce stato da poco il salone del mobile e il fuori salone, ciò vuol dire che le strade e tutti i mezzi milanesi (tram, metro, autobus...) erano pieni di gente, che "malatamente" si indirizzava a curiosare nei punti dove c'erano gli allestimenti e istallazioni, preparate quest'anno dalle diverse aziende e artisti e quant'altro... io quest'anno le ho saltate tutte! Ecco, e adesso un pò me ne pento, perque mi piaceva aggirarmi tra i mille allestimenti e scoprire il loro perche. Ma sopratutto, adoro prendere spunti, come se poi li dovesse mettere in pratica e invece rimangono lì, nel cassetto del "mi piacerebbe"... del tipo buttare giù la cucina in muratura che mi ritrovo e comporre una cucina disegnata da me! 
Tutta la mia casa vorrei ridisegnare!
Per ora pero mi accontento di fantasticare con una torta salata, pensate che mi accontento con poco? Se ci pensate, guardatela bene, potrebbe diventare l'ispirazione per una piastrella!    
E beh, vi dico soltanto che questa è una delle torte salate proposte dal Club del 27, che questo mese ci ha proposto di andare a pescare una ricetta dal libro Torte salate (che per me rimarrà sempre Torta a torta...). 
Personalmente questo libro mi ha portato tante soddisfazioni, come ogni cosa che porta il marchio MTChallenge. Grazie a questo libro ho potuto lavorare assieme a gente stupenda e carica di positività! Si, si... voi... vi sentite chiamati in causa vero, anche se non vi nomino?!!!    durante lo shotting fotografico, durato qualche giorno abbiamo avuto la possibilità di assaggiare quasi tutte le torte che ci sono nel libro, anche quelle dove non ce la foto! Così facendo memoria, sono andata a ripescare una ricetta che non avessi provato e che avesse almeno gli ingredienti di stagione... ASPARAGI!!! 


QUICHE di salmone asparagi
(ispirazione per design di piastrelle)




Ed ecco che ho scelto di buttarmi su questa quiche di salmone e asparagi di Marinella Petrarca.
Ma per farvi capire la quanto sia stupendo questo libro, vi consiglio di andare quidove ne troverete tante altre di torte salate, e scommettiamo che dopo corrette in libreria!



        
              by Francesca Carloni






Ingredienti:

375 g di pasta frolla salata o pasta brisée italiana:
1 mazzo di asparagi
200 g di salmone affumicato
1 scalogno
2 uova
200 ml di panna fresca liquida
olio extravergine di oliva, sale e pepe 

pasta brisée italiana:
250 g di farina
125 g di burro (freddo da frigorifero)

da 65 a 75 ml di acqua ghiacciata
1 cucchiaino di sale

Preparate l'impasto per la brisée: 
setacciate la farina con il sale, unite il burro a dadini e mescolate con le punta delle dita fino ad ottenere un composto sabbioso, briccioloso. Versate metà dell'acqua incorporandola all'impasto e aggiungere il resto poco a poco, sempre impastando con le punta delle dita per non scaldare tropo l'impasto con il calore delle mani. Appena si compatta lavoratelo velocemente con il palmo della mano. Quando diventa liscio e omogeneo formate una palla, avvolgete nella pellicola per alimenti e fate riposare in frigo per almeno 30 minuti o fino al momento dell'uso (io tutta la notte).

Tirate l'impasto della brisée fino a uno spessore di 3 o 4 millimetri, meglio se lo fatte con sotto della carta da forno, ciò vi aiuterà al momento di trasferirla nello stampo e una volta rivestito conservare in freezer per mezz'ora, coperto con carta da forno e procedete con una semicottura in bianco*

Preparate il ripieno:
mondate gli asparagi eliminando la parte inferiore del gambo e togliendo le parti fibrose con un pelapatate. Lavateli e tagliateli a rondelle, tenendo da parte qualche punta per la decorazione. Tritate lo scalogno e fattelo appassire in padella, in olio caldo ma non bollente. Unite gli asparagi, compresse le punte, salateli e fateli cuocere a fiamma bassa e a recipiente coperto per una decina di minuti, aggiungendo, se è il caso, un pò d'acqua. Quando saranno teneri, scolateli dal fondo di cottura e fatteli raffreddare. Preparate l'appareil, mescolando la panna e le uova, unite il salmone affumicato a fettine (tenetene un pò da parte per la decorazione finale della torta) e gli asparagi a rondelle; aggiustate di sale.
Versate il ripieno nel guscio di frolla, decorate con le punte di asparagi e del salmone affumicato e infornate a 180 °C per una ventina di minuti o fino a quando la torta non sarà gonfia e dorata. Sfornate, fate intiepidire e servite.


Note:
*Cuocere in bianco significa cuocere il guscio di pasta senza farcia. Si usa quando il ripieno non ha necessità di cottura o quando questo è tropo liquido o cremoso da far ammorbidire la frolla in cottura e farla risultare molle.
Dopo aver stesso la pasta nello stampo questa va bucherellata con il lembo di una forchetta, ricoperta di carta a forno e riempita con dei pesi appositi di ceramica o come me delle manciate di fagioli in modo che il fondo sia completamente coperto e in questo modo la pasta non si gonfi tropo. Cuocere per 15-18 minuti circa, poi sfornare togliere i pesi e la carta e passare in forno per altri 5 o 7 minuti.







5 commenti:

  1. E' bellissima Mae, bravissima!! Il disegno con le dimensioni della torta è geniale.

    RispondiElimina
  2. Tu sei MITICA e non mi stancherò mai di dirlo, la foto/disegno da geometra è meravigliosa veramente
    e la torta salata è bellissima ;)

    RispondiElimina
  3. La tua quiche è fantastica! Quanto mi piace la grafica!!!! Partone le lodi sperticate!!! se no come faresti ad essere "quel gran mito della Mai"!

    RispondiElimina
  4. Anche le misure! favolosa ^_^
    Mi spiace non aver partecipato, ma mi rifarò!
    Buona domenica

    RispondiElimina
  5. Una torta super in riga! :-)

    RispondiElimina