lunedì 25 aprile 2016

BISCO-BOTON e BISCOT'OLIO perche... "Du biscot is meglio che uan"



Se qualche anno fa, inondava la rete il "basta biscotti" in questo mese d'aprile ci siamo rifàtti!
Le papille gustative e le meningi, di tutti quelli che partecipiamo all'MTC, hanno datto i numeri con la sfida di questo mese proposta dalla fresca e giovane copia di architetti, la Dani e Jury di Acqua e menta, due testoline sempre in fermento, che io personalmente adoro!
Loro hanno vinto la sfida del Brodetto (proposta da Annamaria) e hanno deciso di farci giocare a una gara di biscotto contro biscotto! 
Le ricette concesse questa volta erano 3, con la condizione che la seconda doveva essere a base d'olio, niente burro ne latticini ai quali la Dani è allergica. Così ho voluto presentarne due, una a base di frolla semplice (quella di Leonardo di Carlo) con l'aggiunta di sciroppo di barbabietole, e poi un'altra a base d'olio (seguendo in parte le dosi di Dani), con carote, mandorle e cocco, e devo dire a mia sorpresa, che mi ha conquistata anche l'impasto a crudo (cosa strana in me)!!!



BISCO-BOTON
frolla al limone con sciroppo di barbabietole




ingredienti per 25 biscotti:
per lo sciroppo
300 g di barbabietole fresche, sbucciate e pulite
150 g di zucchero semolato
la buccia grattugiata di mezzo limone (non trattato)
il succo di un limone
una fetta di zenzero
100 ml d'acqua

Tagliate o ancora meglio gratugiate o tritate le barbabietole. Versatele in un pentolino assieme allo zucchero, la buccia grattugiata del limone, il succo di limone e lo zenzero. Cuocete a fuoco piano per 30 minuti finche lo zucchero è completamente sciolto e comincia a bollire. Ritirare dal fuoco e unire l'acqua pian piano, rimetere sul fuoco e cuocere per altri 20 minuti. Spegnere e filtrare con un colino. conservare in un baratolo di vetro con chiusura ermetica.

per la frolla 
270 g di farina
125 g di burro* (82% di materia grassa)
2,5 g di sale fino
1 g di buccia di limone (non trattato)
1 g di buccia d’arancia (non trattata)
125 g di zucchero a velo
42,5 g di uova intere (un uovo piccolo)
2 cucchiai di sciroppo di barbabietola



Lavorate i due impasti per separato, non servono due ciotole potete usare la stessa, prima fatte la frolla bianca e poi quella colorata.
Mescolate 75 g di burro, metà del sale e l'arancia grattugiata, aggiungete 75 g di zucchero e metta dell'uovo un po' sbatutto. Lavorate fino al completo assorbimento. Unite metà della farina farina (125 g) e lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Conservare in frigorifero dentro un sacchetto di plastica per alimenti. Massari consiglia di tenerle "al fresco" dalle 10 alle 12 ore per stabilizzare la pasta prima dell’utilizzo, io l'ho tenuta tutta la notte (le mie notti non arrivano alle 6 ore).

Mescolare nella ciotola il resto del burro, la scorza di limone e il sale. Aggiungete lo zucchero restante (50 g) e l'altra metà dell'uovo sbatutto lavorando fino al completo assorbimento. Unite il resto della farina e i due cucchiai di sciropo di barbabietole e lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Conservare sempre in frigorifero dentro un sacchetto di plastica per alimenti.



Stirare la frolla su della carta da forno, prima quella bianca poi quella colorata. Lasciatela con uno spessore di 8 o 9 millimetri. Ricavate da entrambi impasti/lastre delle strisce larghe 5 millimetri più o meno e disponetele intercalandole una affinaco all'altra ben attaccate. Passate ancora una volta il matterello per unificare e incollare le strisce le une con le altre, lasciando la frolla con uno spessore di  5 o 6  millimetri. Ricavate dei cerchi con un copapasta o taglia biscotti. per dare incavo tondo del bottone al centro usate un tapo o un bicchierino e per ricavare i buchi per fare passare l'ago usate una cannuccia  (vedere foto).





Disporre su una teglia con della carta da forno e passarli una ventina di minuti in frigo, nel fratempo riscaldate il forno. 
Cuocete a 180 C° per 12 o 15 minuti ma fate attenzione non devono essere tropo dorati!


Note:
* il burro che ho usato è artigianale del Alto Adige, ed è arrivato a casa mia tramite la mia amica Roberta Nese, la quale ringrazio tantissimo per tutte le volte che mi pensa nelle sue gite! Grazie!!! 




1.Tenere da parte la polpa delle barbabietole, da usare anche sul pane come una composta o come arricchimento nell'impasto di una torta… 

2. avevo progettato uno stampo per fare questi biscotti, ma poi ho trovato degli spunti in internet che sono stati molto validi e semplici!







BISCOT'OLIO
con frolla all'olio, carota, mandorle e cocco



ingredienti per 25 biscotti:
200 g di farina debole W 130-170 (più altra farina per stirare la frolla)
20 g di carotte gratuggiate*
20 g di farina di cocco
35 g di farina di mandorle
3 mandorle amare
70 g di olio extravergine di oliva delicato + 60 g di olio di girasole
100 g di zucchero a velo
2 tuorli
1/3 della scorza di un limone (non trattato)
un pizzico di sale
2 cucchiai di late di mandorle


Mescolare l'olio con la scorza di limone le uova e lo zucchero a velo fino ad ottenere una cremina omogenea che ricorda la maionese ma un po' più liquida.
Agiungete il sale, le carote grattugiate e le tre farine con amalgamata la polvere delle 3 mandorle amare (ricavata col mortaio). 
Lavorare velocemente e con le punta delle ditta, altrimente il caldo delle mani attira l'olio dell'impasto come fosse una calamita, credetemi! 
Quando avrete otenuto un'impasto omogeneo incorporate un paio di cucchiai di latte di mandorle e amalgamate velocemente. 
Conservare per un paio d'ore in frigo avvolto nella pellicola o ancora meglio in un sacchetto di plastica per alimenti.

Accendete il forno e portatelo a 180 C°.
Per stendere la frolla ho avuto un attimo di difficoltà, il matterello si ungeva tropo e si ostinava a portarmi via ad ogni passata dei pezzettini di pasta!
Così ho optato per le classiche manciate di farina, in modo di avere la superficie dell'impasto sempre un filo infarinato.

Ricavate i biscotti con lo stampino, io in questo caso ho voluto provare un regalo fatto da mia suocera: dei taglia biscotti con delle scritte che puoi comporre a tuo piacimento!
Ma se come me, vi fate illusioni esagerate che la scritta chic e minimal si veda dopo la cottura… Alt!!! Questo tipo d'impasto certamente non rende, almeno con delle scritte mingon come queste… ad ogni modo vi assicuro che non c'era niente di sconcio o barbarico scritto sopra, ma ben si "MTC n56"… con un cuore in mezzo.




Posizionateli sulla teglia coperta di carta da forno e cuocete sempre a 180 C° per una 15 di minuti ma controllando che non si bruci tropo la parte sotto.


Note:
* le carrote gratugiate conviene che le fate passare qualche minuto in forno perché anche se le schizzate bene contengolo tanta acqua.

1. le mandorle amare, sono state un regalo della mia amica superfavolosa Elisa baker!!!  Si può avere la "saudage sicilianocatanese? 





con questi due biscotti partecipo al 56 esimo MTC!



42 commenti:

  1. Risposte
    1. grazie alle tue mandorle amare.... non ti dico che roba.... certo, tu hai dei pusher che sono di un altro mondo!

      ;)

      Elimina
  2. Uno meglio dell'altro...certo che quelli con il biscotto alla barbabietola mi ispirano moltissimo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti dico che quando li ho pensato mi sei venuta in mente tu e Anna Rita, mentre lavoravi con la sac a poche nel set fotografico del torta a torta? Ricordi il rosa barbabietola!

      besos!

      Elimina
  3. ahhhh Mai sono troppo forti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patrizia!
      Sapi che mi sono impegnata anche a fare uno stampo con la ceramica! Poi non l'ho usato perché l'ho messo ad asciugare in balcone quando sono venuta a Catania... al ritorno ho scoperto era caduto e roto... il cozzaro manche si è reso conto!
      Ma meglio Così! Besos

      Elimina
  4. Hermana ma come è possibile che ogni volta tu mi lasci senza parole?
    Sei immensa!! Quei bottoncini sono meravigliosi...sono perfetti! :O :O :O
    E i biscotti all'olio, carote, mandorle e cocco voglio provarli subito!

    P.s. in un biscotto cotto si legge la scritta, eh? E' forse l'unico? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mira querida peque, aqui la que sorprende siempre de seguro no soy yo! Porche !garrate con tus recetas!!!

      Y si, tienes razón, en uno se ve mejor lo que hay escrito, por eso lo puse mas enfocado! ;)

      beso guapissima!

      Elimina
  5. superlativi entrambi... ma i bottoni sono i miei preferiti!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eleonora, questo botoni hanno fato furore anche in treno e in ufficio!

      besos

      Elimina
  6. Ma sono bellissimi...e sicuramente non solo bellissimi!!!
    I bottoncini col succo di barbabietola...geniali!!
    Anche se però io sono curiosa...non posso immaginare cosa dovevi aver progettato come stampo per i tuoi biscotti, vista la tua genialità!!!
    Grandissima Mai!!

    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eiii Monica! Carini i botoni?... sapessi il set che ho montato per fare le foto, e a che ora l'ho fato... ma ancora fa più ridere la storia dello stampo... come ho detto a Patrizia l'ho trovato rotto nel balcone un colpo d'aria mentre asciugava... ma meglio così! ho scoperto in internet varie tecniche che ho messo insieme arrangiate ed voilà! Ormai ci sono tutoria per qualsiasi cosa!!!

      besitos!!!!

      Elimina
  7. Semplicemente meravigliosi, lavorati perfettamente e fotografati come solo tu sai fare
    Ecco due bottoncini me li gusterei proprio
    Bravissima Mai

    Ciao Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu! A saperlo prima te ne mettevo un paio da parte, ma sono spariti metà in treno metà in ufficio. Sono d'avvero contenta che ti piacciono, fotografarli è stato facile perché sono simpatici, ma disegnarci sopra mi diverte da matti!


      besossss!

      Elimina
  8. WOW...sono letteralmente incantata da cotale perfezione! Sbalorditiva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow lo dico io Teresa! Grazie! Ma non sono così perfetti, anzi... le righe nei bottoni distolgono l'attenzione dei defetucci! E poi quelli all'olio sono venuti rustici e le scritte volate via! Ma mi consolo perché anche così sono volati!!!

      besos

      Elimina
  9. Senti, senza nulla togliere a quei eravigliosi bottoni, allo sciroppo di bababietola e alle foto del filo e della camicia assolutamente creativissimi... io quei biscoti con le carote appena finisce Pessah glieli faccio a Lolino...malgrado i 44° C :))
    sei meravigliosa, hermanita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siamo sorelle o no...?
      Allora sapi che a casa mia questi biscotti all'olio ci saranno spesso! Mandami Lolò quando vuoi! Anzi, vieni anche tuuuu!!!!
      Besos tqm

      Elimina
  10. io ti dico solo che sto per mettermi a cucinare i tuoi biscotti di carote. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo sai che aspetto il tuo rispondo sulle farine GF da usare... e con ansia ti aspetto!

      besos

      Elimina
  11. Congratulazioni!!! io prendo un kilo degli ultimi, timbrino compreso!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ALT!!! Lasciami fare il conto... allora per un kilo ci vogliono almeno 4 infornate... ok passa sabato pomeriggio che sarà pronto! Così provo con le farine gf!!!

      besos

      Elimina
  12. I biscotti di carote li mangerei subito per il sapore, dei bottoni mi sono innamorata!! Quel colore rosa lo adoro (non so se si era capito), e poi le strisce, la forma perfetta e simpatica... Splendidi Mai, sei fortissima!! :-D
    Ti mando un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice delle mani d'oro!!! Grazie!!! Anche se sono sicura che a te sarebbero venuti ancora più perfetti e stilosi!

      besos

      Elimina
  13. Bellissimi e geniale presentazione 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sopratutto da te che di biscotti te ne intendi!

      ;)

      Elimina
  14. Bellissimi e geniale presentazione 😊

    RispondiElimina
  15. Mai, appena ho visto i tuoi bottoni sono impazzita...ma quando ho letto sciroppo di barbabietola ho avuto la conferma che sei un genio!!!!
    Bellissima la ricetta come la presentazione del post.
    In bocca al lupo per la sfida :)
    Baci
    Lou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow! Ma grazie 1000!
      sapessi che tutto è stato frutto di una centrifuga e delle barbabietole abanzate... non si butta nulla!
      ;)

      besos

      Elimina
  16. Eccezionali Mai, tutti e due! Adoro la tua dreativita' e la tua fantasia sempre in fermento! I bottoni sono semplicemente stupendi, ma anche la tua frolla all'olio mi intriga parecchio!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mapi!!!
      Quando vieni a trovarmi dimelo per tempo che te li faccio assagiare!

      besos!

      Elimina
  17. Bellissimi!
    Non ho avuto il tuo coraggio nell'usare la barbabietola ma l'idea dello sciroppo è da ricopiare presto! Mi sa che ci hai messo meno te a farlo che io a cercare i frutti rossi tra i cereali!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quale coraggio? Come dicevo a Lou è stato il caso...: tante barbabietole dolci e fresche per un frullato... tante che ne ho ancora un paio nel frigo!

      besos

      Elimina
  18. Mai sei un genio!!! Di questi bottoni a righe così perfette mi sono innamorata a prima vista, poi quando ho letto del succo di barbabietola mi è venuta voglia di farti un monumento! Sai sempre stupirci!

    RispondiElimina
  19. Mai sei un genio!!! Di questi bottoni a righe così perfette mi sono innamorata a prima vista, poi quando ho letto del succo di barbabietola mi è venuta voglia di farti un monumento! Sai sempre stupirci!

    RispondiElimina
  20. bellissimi e bottoni, fantastici gli altri. Non saprei quale gustare per primi!!
    Bravissima mi piacciono tutti, hai ragione du biscott is meglio che uan

    RispondiElimina
  21. I bottoni li guardo da un po' e solo oggi sono riuscita a passare per dirti che sono pazzeschi. Ma quando poi ho visto i loro fratellini alle carote ed extravergine, è stato amore, colpo di fulmine...perché quello è il genere di biscotto che mi fa prigioniera, ruvido, modesto e buono nell'anima.
    I tuoi giochi grafici mi mettono in pace con il mondo, starei le ore a osservare la tua fantasia galoppare.
    Ti abbraccio forte cara Mai.

    RispondiElimina
  22. Mai, e che timore avevi scusa?!? Sono a dir poco meravigliosi e sicuramente molto buoni. Non solo mi piacciono molto anche quelli più rustici. Bravissima e creativa come sempre.

    RispondiElimina
  23. Quante cose bellissime scopro grazie all'MTC! Questi bottoni-biscotto sono favolosi :) Complimenti, mi hanno conquistata a prima vista !

    RispondiElimina
  24. Che dire... Precisa, divertente e con quel tocco di magia che ti caratterizza sempre! Questi biscotti sono bellissimi e mi piace molto la scelta della barbabietola per colorare. Una preparazione elegante. Anche quelli all'olio mi sembra che siano venuti bene.

    RispondiElimina
  25. Sai qual è il problema con te, Mai? che sei "troppa" :-)
    Sei troppo brava, su tutti i fronti.
    E uno resta ammirato a guardare le tue composizioni e si dimentica della tua manualità, del tuo gusto, della genialità trasversale alle tue trovate, che siano in cucina o dietro la macchina fotografica o quando hai le matite in mano.
    E io mi sento la persona più fortunata del mondo, ogni volta che passo di qui :-)

    RispondiElimina