lunedì 21 maggio 2018

Una TORTILLA de patatas matta da legare

Ed è stata la tortilla, con sua tondità e con il fatto che ha dato il via alle sfide dell’MTC, che ha messo anche il punto finale a un periodo… un ciclo… ora ci si evolve si prende una vita o strada diversa, ma sempre con un occhio e un piede nelle nostre cucine!
Dopo tutta questa sfilata di tortillas tradizionali e creative, dove a imparare sono stata io, la voglia di partecipare è stata ancora più forte! 
Avete presente cosa succede a un bambino quando le viene negato qualcosa? 
Ecco io peggio! 
E visto che la tradizionale ve l’avrei presentata per la sfida non vedevo l’ora che questa finisse per poter pensare pure io a una tortilla creativa… credetemi, ho mantenuto la mia idea iniziale ed è stata dura dopo tutte le cose che ho visto sfilare in questi schermi!
Così, restando fedele alla mia idea iniziale, e aggiungendo delle spezie perche mi ricordano i giorni stupendi passati a Singapore con i coniugi Gennaro (ho già scritto che li adoro?) e così ho fatto la mia versione: "La tortilla matta da legare", ed il nome è ispirato a tutti voi perche molto normali non siete, (sempre nel senso buono, che sia chiaro…) d’altronde che ci faresti qui?!
Certo è, che come ho sempre creduto, chi ama il cibo non può essere una persona cattiva, ma gioviale, espansiva, generosa e curiosa! Proprio come tutti voi.
Proprio perciò… «metetele uevos» e prendete sempre la padella dal manico!!!
Io non so come ringraziarvi, per aver partecipato con lo spirito che caratterizza l'MTC!

Una TORTILLA de patatas 
matta da legare



ingredienti per 10 porzioni
3 patate grandi
1 cipolla dorata (media)
3 cucchiai belli colmi di farina (più altra per l’impanatura)
50 g di burro
150 ml di latte
1 cucchiaino e mezzo di massala dolce*
1 uovo
pan grattato
sale
olio di oliva extravergine per friggere


Sbuciate la cipolla e tagliatella a fette molto sottili, datelle ancora una passata di coltello, dipende se poi volete sentirle più o meno nel ripieno e fatella imbiondire in padella con il burro e il masala. 
Una volta cotta la cipolla versate la farina e mescolate a fin che questa cuocia, e poi pian piano versate il latte mescolando di continuo (in prattica stiamo facendo una besciamella densa e cipolosa,… mmmm… già qui qualcuno si è spaventato, scometo!)
versate la crema ottenuta, sarà bella densa, in un piatto fondo o schiscetta, coprite con della pellicola trasparente a contatto cosi non seca, e lasciate raffredare, poi conservate in frigo per almeno due ore, ma se lo fatte di un giorno per l’altro ancora meglio.
Preparate delle porzioni della dimensione di una noce poco più e dateli la forma di croquetas.
sbuciate le patate e con l’aposito «aggegio» ricavate degli spaghetti.
Arrotolateli attorno ad ogni croqueta come se le voleste legare.
Passatele prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e poi nel pane grattato. 
Friggetele in abbondante olio di oliva extravergine e fatele dorare uniformemente.
A misura che sono belle fritte e dorate adagiarle su della carta assorbente di cucina per togliere l’eccesso d’olio.
Servire subito belle calde magari accompagnate da una insalata…. sempre e quando arrivino a tavola!


note:
*curcuma in polvere, cumino in polvere, fieno greco, pepe nero, semi di cardamomo,  foglie di curry, semi di senape, pizzico di cannella.



5 commenti:

  1. Siamo noi che ringraziamo te!!!

    RispondiElimina
  2. Devono essere spaziali queste croquetas/tortilla!
    Siamo noi che abbiamo imparato tanto da te e ancora adesso impariamo con questa ricetta che fa venire voglia di mettersi subito ai fornelli. Semplicemente geniale!
    Besos ������

    RispondiElimina
  3. Ma che belle queste crocchette di tortilla edevono essere anche molto buone. Bella idea, mia geniale Mai.

    RispondiElimina
  4. Tortilla chiama..croqueta risponde! Olè!! Anche noi ti adoriamo, matta da legare e geniale Mai ❤❤❤

    RispondiElimina