mercoledì 16 marzo 2011

PRIMAVERA dove sei? I colori ti aspettano!

L'ho già detto un pò di volte? Sì, sicuramente si... ma se passate da me, ve ne renderete conto, tutto verde/arancio!  
Verde perche sa di natura, perché rilassa, perché corrisponde a costanza e forza, alla solidità e stabilità, equilibrio e perseveranza, perché è il colore della rinascita e del amore.
Arancio perché è di natura allegre e vivace, positivo ed energico ma anche molto spirituale. Trasmette coraggio, spontaneità e buon umore, coerenza, affidabilità e rispetto, non che coinvolge a essere più creativi!
Da sempre, i colori, sono stati una parte molto importante nella mia vita, come quando a 4 anni, dopo aver dipinto pareti e piastrelle, sedie, bambole, lenzuole ed altro, i miei, stanchi della mia nuova vena artistica, mi hanno messo davanti un cavalletto. Appoggiata, c'era una tela bianca, di 20 x 30 ma che a me sembrava enorme! Invece adesso mi sembra mignon.
Ricordo le ore passate in piede davanti a quel nuovo gioco, la sensazione di paura e esaltazione ad avere davanti a me questo rettangolo bianco, teso e nuovo! Era più difficile dipingerci sopra, era nuovo! Le pareti e il resto no...! 
Poi però persi la paura, e feci la prima pennellata sotto lo sguardo vigile di mia mamma, e d'allora non mi sono mai fermata. 
E uno di quei ricordi indelebile che non se ne andrà più, mai più!

Lì, in quel 20 x 30, c'è la mia prima firma... e con delle pitture a olio! Se guardate quella tela, vedrete una specie di fiori, strani, molto strani ma dei fiori! Adesso lo guardo ed è terribile, ma mi fa tanta tenerezza... 

Quando ho visto il contest  colorato   di Stefania   nel mio volto si è disegnato un sorriso... pronta, via, a dipingire sulle pareti? No sul piatto! 
E mi sono mesa a pensare... Il mio colore? Semplice, l'arancio. Quello vivace, quello solare, magari con un pizzico di curcuma? Magari dentro il wok, in onore a questo addolorato Giappone...

Per due persone:
5 carote grosse
2 zucchine 
germogli di bambù a fette
20 gamberi 
1 cucchiaio di semi di sesamo
porro
olio extra vergine di oliva
un pizzico di curcuma
sale o salsa di soya a piacere 


Prima di tutto, vi consiglio di allestire il tavolo! 
Cucinare con il wok vuol dire cucinare sano ma anche veloce, e di conseguenza va servito e mangiato subito. Questa ricetta è gustosa per i sapori e la croccantezza, un'altra qualità della cottura con questo tipo di "pentola", per questo, è meglio preparare tutti gli ingredienti prima di accendere il fuoco! 
Se siete pratiche di wok, sapete già, che nel fondo, tutto cuoce più velocemente mentre nei laterali più lentamente.

Lavare e pelare le carote, tagliarle a modo di "julienne" ma grossolana e mettere da parte, ci sono diverse grattuggie e utensili per farle così, ma io mi godo di più ogni morso se le taglio a mano, va a gusti.
Lavare le zucchine e fare gli stessi tagli delle carote e mettere da parte.
Lavare i gamberi, tagliare la testa e la coda e toglierli la corazza e mettere anche questi da parte.

Scaldare il wok, quando è caldo tostatevi per un paio di minuti i semi di sesamo e poi metteteli da parte. 
Versare un filo d'olio, aspettare qualche secondo che questo si scaldi, munitevi di un mestolo di legno e procedete a versarci qualche fetta di porro, far girare. 
Aggiungere le zucchine, le carote e i germogli di bambù a fette, mescolare per 3 minuti. 
In fondo al wok, nel centro, creare uno spazio, un buco libero di verdure che sposteremmo ai latti, e versare i gamberi puliti. Cuocere girando spesso fino che cominciano a diventare rosso/arancio.
Cospargere qualche pizzico di curcuma e un filo di salsa di soia o se preferite del sale.
Versare per ultimo i semi di sesamo tostati e fare insaporire per altri 2/3 minuti. 
Spegnere il fuoco, servire e mangiare caldo... se ce la fate, da gustare con le bacchette!


e colore sia! Con questa ricetta mi presento al contest di Profumi & Sapori! 




10 commenti:

  1. bellissimo piatto..bellissima presentazione..bellissima foto che dire di più mi sono immedesimata in te in quella tela bianca .Perchè si anch'io ho avuto la mia tela bianca da dipingere ..da piccola,so cosa vuol dire quella paura ed esaltazione assieme un bacio mitica..Simmy

    RispondiElimina
  2. Vedo che il mio contest ha scatenato ricordi e creatività! Complimenti!!! Hai fatto davvero un bel dis ... ops ... piatto!!!
    Come vuoi intitolare questa opera? Intanto la inserisco con il nome "verdure all'orientale"

    RispondiElimina
  3. una ricetta davvero fantastica!!! Colorata come solo le verdure estive sanno fare. Un saluto

    RispondiElimina
  4. Bellissima ricetta, bellissimo post e bellissimi colori ;)

    RispondiElimina
  5. questa ricettina sembra deliziosa! un bacione! ^.^

    RispondiElimina
  6. Questo tuo piatto disegna tutta la tua vena artistica. In bocca al lupo per il contest che vado subito a sbirciare *_*

    Ti va di partecipare al mio?
    http://pecorelladimarzapane.blogspot.com/2011/02/contest-i-golosi-anni-ottanta.html

    Alla prossima,

    RispondiElimina
  7. davvero un bel piatto primaverile, allegro e colorato e con gusto! ciao e piacere di conoscerti :-)

    RispondiElimina
  8. Un bellissimo post seguito da una deliziosa ricetta! Bravissima, baci

    RispondiElimina
  9. Arrivo ...in ritardo di una settimana...ma eccomi... si lo so che sono la "temutissima" giudice... (mi stai temendo vero?)ma mi permettete di salvare questa ricetta nella mia to do list? Prometto che sarò imparziale ma questa si deve rifare! hihihihihi :D... e poi basta non dico altro...vabbè forse solo che mi piace!!
    un bacione

    RispondiElimina
  10. coloratissima e bellissima !!!!

    RispondiElimina