lunedì 28 maggio 2012

Il budino salato San Zenone al Lambro... e la triade è completa


E questo è il budino che chiude la "triade", quella dei budini salati per l'MTC di maggio!
Ecco donne del Menu turistico e Francesca e donne del Menu turistico... che a pensarci bene pure voi siete una "triade"!


Per voi, il budino San Zenone al Lambro, o vero, quello che ci mette d'accordo a me e a mio marito, in tutti i sensi, perché ce li appaga...
Un mix di sapori, colori e di consistenze. Questo budino racchiude tutto ciò che ci piace e che ci ricorda la nostra casa, quando eravamo piccoli.
Leonardo no è stato cresciuto a base di verdure… l'unica cosa "verde" come dice lui, che mangiava da piccolo sono le zucchine, sua nonna paterna li faceva certi piati di zucchine! A fette, fritte, con profumo d'aglio e condite con olio e foglie di menta. Così buone che se le ricorda ancora. Ormai le mangia con gusto cucinate in qualsiasi modo. Anzi il giorno che decide di farmi una sorpresa e mi prepara da mangiare, siete sicuri che le zucchine ce le mette e come! E se quel giorno non ci sono, è capace di andarle a comperare! Tenero lui!

Io al contrario, sono cresciuta a base di verdure, si può dire che ci sono nata dentro un orto! Ma se c'è una verdura che qui in Italia mi manca da morire e trovo raramente, quella è la patata americana, che poi non è verdura ma ben si un tubero e per di più arancio! 
Da me è una tradizione mangiarle cotte al cartoccio in forno o sotto le bracce nel camino. Il suo sapore dolce e la sua consistenza pastosa ce l'ho indelebile nella memoria. Ma come mi piacciono di più sono fritte, con un tocco di sale che le fa diventare la cosa più buona al mondo!
E il budino è fatto! Uno scrigno di zucchine profumate alla menta con un cuore dolce di patata americana. 
Poi subentra la mia vena catalana e approfittando delle patate americane, ci ho ricavato delle cips, la parte croccante che accompagnerà il budino, ma aspettate a sentire la parte sugosa quella che lega il tutto, quella che unisce un tarantino e una catalana... "la picada" (il modo di dire pesto in catalano) : mandorle tostate da mio nonno, olio pugliese e menta del nostro terrazzo. 
Dirvi soltanto che dopo questo, il cozzaro ha ammesso l'inevitabile…:  meglio unire le forze e i gusti, "nena" questo supera gli altri due...  ma... quando è che lo rifai?




Ingredienti per 6 budini:

BUDINI SAN ZENONE AL LAMBRO
500 gr. di zucchine
1 patata americana bella grossa di quelle arancio (370 gr. più o meno)
100 gr. di ricotta (+ 50 gr. per il cuore del budino)
2 uova (di galline senza gabbia)
un pugno di foglie di menta
30 gr. di grana padano (tanto per rimanere in tema...)
sale

ACOMPAGAMENTO
1 patata americana (di quelle arancio) 
30 gr. di mandorle tostate
un pugno di foglie di menta

2 cucchiai di acqua
olio extra vergine q.b.
olio di girasole per friggere

Lavare bene le zucchine, spuntarle e tagliarle a dadini piccoli. Saltarle in padella con del olio bello caldo profumato con uno spicchio d'aglio e salare. Quando sono cotte che cominciano a dorarsi spegnere il fuoco, prelevarle dalla padella e profumare con metà della menta, tritata, previamente lavata e asciugata. Mettere da parte. I un altra padella sempre con del olio caldo (quello di girasole) friggere le cips, 1/4 della patata americana tagliata sottile, sottile, io ho un aggeggio che le faglia perfette, ma a volte lo faccio a mano per non stare a sporcare altre robe... Quando sono fritte, un po' vedrete che si arricciano, appoggiare su carta assorbente e friggere nello stesso olio il resto della patata a dadini e salare. Una volt fritte mettere da parte.
Frullare la parte zucchine, aggiungendo le uova, 100 di ricotta e il grana.
Frullare la patata americana assieme ai 50 gr. di ricotta.
Imburrare gli stampini anche se sono di silicone. Riempire con il composto di zucchine 3/4 dello stampo. e con l'altro composto di patata americana riempire una sac a poche, in modo di potere riempire l'interno del composto di zucchine fino che vedete spuntare  l'arancio sopra e lo stampo si riempie quasi fino a l'orlo. Cuocere a bagno maria a 200 C° per non meno di 40 minuti (almeno nel mio forno...!) fate sempre la prova dello stecchino.

Preparare la picada (pesto) mettendo nel mortaio le mandorle e l'altra metà della menta, sempre lavata e asciugata. Aggiungere un paio di cucchiai di acqua tiepida e quando comincia ad essere una cremina aggiungere l'olio a filo quanto basta. (La salsa deve condire 5/6 budini, un cucchiaio grosso per uno)



Di corsa, come sempre, presento questo mio ultimo budino al MTC... ma proprio di corsaaaaa!







3 commenti:

  1. fantastico questo mix di sapori e culture, bellissimo, una ricetta davvero "vostra"!!! :-D
    Francesca

    RispondiElimina